Dove andiamo: itinerari e giteWeekend a Torino: tre cose da vedere

Weekend a Torino: tre cose da vedere

-

Se la vostra meta per un weekend è Torino, vi suggerisco tre luoghi da visitare, uno dei quali per fuggire dal caldo.

Dopo le Olimpiadi del 2006, la città di Torino ha cambiato volto. Dismesso i panni di città operaia all’ombra della Fiat, è risorta in tutto il suo splendore. Già altri articoli vi ho parlato di Lei, del suo tessuto sociale, i musei e l’enogastronomia: cliccake QUI per leggerli. Oggi vi porto a scoprire tre luoghi che solo un torinese vi può raccontare. Uno di questi se soffrite il caldo è perfetto per trovare un po’ di frescura e una vista “fotonica”.

1- Villaggio Leumann: in una zona tranquilla, lontana dal centro città, si trova il Villaggio Leumann, un quartiere operaio dell’800 in cui edilizia industriale ed arte convivono in modo strepitoso. Entrare in questo villaggio in stile liberty è come essere catapultati all’interno di un set cinematografico di fine ottocentro. Tutto ha origine nel 1875, quando l’imprenditore svizzero Leumann acquistò 60.000 mq di terreno per realizzare una fabbrica di cotone e un vero e proprio villaggio costruito ad hoc per i suoi operai. In tal modo gli operai disponevano di una propria casa con giardino in comune, di una chiesa, di una scuola, di un ufficio postale e deo servizi utili per lo svolgimento della vita quotidiana. Ad oggi, sono quasi un centinaio le persone che abitano all’interno del Villaggio Leumann  esi organizzano un sacco di eventi e di manifestazioni. Come arrivarci? Seguire Corso Francia sino al comune di Collegno – Corso Francia, 347

2- Riempiamo la dispensa del camper. Non c’è torinese che almeno una volta non sia andato al mercato di “Porta Palazzo”. Rappresenta sicuramente la trasformazione della cittòattraversi i decenni. Si chiama Mercato di Porta Palazzo – Borgo Dora ed è l’area mercatale all’aperto più grande d’Europa. Durante gli anni del boom del secolo scorso, divenne il luogo di ritrovo principale dell’immigrazione del sud Italia, quella manovalanza di Fiat e indotto. Poi negli anni 80 divenne il polo maggiore dell’immigrazione extraeuropea. Quest’ultima creò non pochi problemi di sicurezza a tal punto che l’amministrazione comunale decise di iniziare un progetto di riqualificazione e trasformazione urbana funzionale all’appuntamento delle Olimpiadi Invernali 2006. Fu la vera svolta per la città quell’appuntamento e anche Porta Palazzo cambio volto. Oggi ci sono più di 1000 ambulanti presenti per un giro di visitatori che supera le 100.000 presenze settimanali. Carne, pesce, ortofrutta, abbigliamento, calzature, elettronica, prodotti tipici e tanto altro. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, le tasche e le etnie. 

3- Fuggiamo dal caldo e andiamo alla Sacra di San Michele. Considerata la porta di accesso alla Val di Susa, la Sacra di San Michele è un’antichissima abbazia costruita tra il 983 e il 987 sulla cima del monte Pirchiriano, a circa 40 km da Torino. Da qui, potete osservare sia la vista sulla valle sia sulla città di Torino. Riconosciuto monumento simbolo della Regione Piemonte e luogo che ha ispirato lo scrittore Umberto Eco per il best-seller Il nome della Rosa, al suo interno sono sepolti membri della famiglia reale di Casa Savoia. La Sacra dedicata al culto dell’Arcangelo Michele, difensore della fede e popolo cristiano, s’inserisce all’interno di una via di pellegrinaggio lunga oltre 2000km che va da Mont Saint-Michel, in Francia, a Monte Sant’Angelo, in Puglia. La Sacra di San Michele offre al visitatore incontri, eventi e percorsi accompagnati a cura della Comunità religiosa, dei fedeli e dipendenti durante tutti i mesi dell’anno. Dove sostare con il camper, la caravan o la tenda? Presso il Camping Bella Torino Via Grange, 71, 10044 Pianezza TO

Camping Bella Torino: la città vista dalla campagna

Libri di Cristiano Fabris

Scrivere per me è come parlare con tutti voi senza disturbare.
Scopri e acquista la mia raccolta cliccando il pulsante sottostante.

Cristiano
Mi chiamo Cristiano! In questo blog troverai suggerimenti per i tuoi viaggi, aree di sosta e campeggi, la nuova frontiera del glamping, luoghi da vivere da solo, con gli amici o con la tua famiglia e angoli nascosti del nostro Bel Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli:

Perchè ho installato le sospensioni ad aria sul camper

Sospensioni ad aria Goldschimitt: come funzionano su strada e perchè montarle. Una delle maggiorni differenze alla guida di un camper,...

Camping Lo Schioppo: la farfalla in veranda.

Un campeggio immerso nel verde, dove rifugiarsi per trovare fresco e tranquillità. Indossate un paio di scarpe comode e...

Fabio Viviani, l’uomo con il cromosoma H20

Chi è Fabio Viviani di Acquatravel e che cosa ho imparato da lui sul trattamento dell'acqua in camper e...

Riva mare in camper nelle Marche

  Due soste camper riva mare, nelle Marche, ideali per tutta la famiglia. Una delle domande più frequenti sono "mi suggerisci...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Camper o caravan? La scelta è solo vostra

Camper vs Caravan: sette pro e contro da chi nell'indecisione, li usa entrambi. Da piccolo mi chiedevano " vuoi più...

5 soste riva mare in Sicilia

Cinque soste riva mare in Sicilia da vivere con il camper, il caravan o con la tenda. La Sicilia è...

Provato per te:

S-moove e Colifrì: come ti creo il Glamping Light

Metti insieme un sistema di moduli per arredare il...

Proviamo un anno la qualità della tenda da campeggio Colifrì

Colifrì è la tenda che si trasporta sul tetto...

Ti può interessare anche:CORRELATI
Consigliati per te