Enogastronomia in camper Il Testarolo, in Camper

Il Testarolo, in Camper

-

Il Testarolo, tipico piatto della Lunigiana: storia, come si prepara e dove sostare in camper

Durante la mia sosta presso l’area camping Time Break  ubicata a Marina di Massa, mi sono spinto per una giornata in Lunigiana. A tavola ho degustato un piatto tipico della zona: i “testaroli. Nei dialetti dell’alta Lunigiana, da Bagnone Villa franca Lunigiana al passo della Cisa, il TESTAROL si chiama cosi perché la prima fase di cottura di questo cibo viene fatta nel  contenitore “testo”. Il testo fatto con argilla di un tipo particolare,  è composto di due parti “a sotan” un disco che può avere vari diametri, da 50 a 80 cm. Il testarolo si chiama cosi perché subisce la prima fase di cottura nei testi o testo. Ma come si cucinano i Testaroli? Iniziamo dagli ingredienti : farina di grano tipo 0, sale ed acqua. L’impasto quasi liquido ottenuto con gli ingredienti citati viene cotto, per tre minuti circa, nei testi preventivamente scaldati molto a fiamma viva. “Al testarol” o testarolo, dopo la prima cottura, viene ta gliato a quadretti di 5 cm. circa di lato. Si prepara una pen tola piuttosto grande con acqua bollente e un po’ di sale. Si sommergono con celerità i quadretti di testarolo nell’acqua bollente, si lasciano immersi per tre minuti, a seconda della quantità di umidità contenuta nel testarolo, e poi si tolgono dall’acqua con la mescola forata, facendo attenzione di non rompere i quadretti, scolando al massimo l’acqua. É necessaria una certa sveltezza per non lasciare troppo in ammollo gli ultimi che si tolgono dalla pentola, si può usare anche un comune scolapasta. Per preparare il pesto alla genovese per il condimento prendere basilico a foglia piccola, aglio a piacimento, un po’ di pinoli, un pizzico di formaggio pecorino o sardo e una certa quantità di parmigiano reggiano. Si pone il tutto in un mortaio di marmo e si pesta bene, con un pestello di legno, fino ad ottenere una pasta omogenea. Il pesto deve essere preparato poco prima di condire i testaroli per gustare direttamente il sapore. Un testarolo intero è sufficiente per due o tre persone. Infine dove si possono acquistare i testaroli? Vi suggerisco I Sapori del Borgo a Villafranca in Lunigiana (MS).

Libri di Cristiano Fabris

Scrivere per me è come parlare con tutti voi senza disturbare.
Scopri e acquista la mia raccolta cliccando il pulsante sottostante.

Cristiano
Mi chiamo Cristiano! In questo blog troverai suggerimenti per i tuoi viaggi, aree di sosta e campeggi, la nuova frontiera del glamping, luoghi da vivere da solo, con gli amici o con la tua famiglia e angoli nascosti del nostro Bel Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri articoli:

Cinque regole del buon camperista

5 regole per del buon campeggiatore, perchè prima di essere un buon camperista si è un buon campeggiatore. Quali sono...

S-moove, dimmi che hai un camper, senza dirmi che hai un camper

S-moove, come trasformare un Van o l'auto in un camper Il camper è senza dubbio il fenomeno dell'estate 2021, non...

Sette “Angoli Nascosti” dell’Italia da visitare

Luoghi lontani dalla folla, dal turismo di massa, da visitare in moto, in bici, con il camper o la...

Sette motivi perchè ho scelto un CamperVan

Perchè ho scelto da 7 anni,un Camper Semintegrale nella formula CamperVan, per viverci.  Quale camper scegliere per le vacanze o...
- Advertisement -

Glamping sul Lago di Garda

Nascosto tra gli ulivi, poco distante dalle più belle spiaggie del Lago di Garda, vi porto a scoprire il...

Cosa sapere prima di organizzare una vacanza in camper

Come organizzare una vacanza in camper? Quali cose portare? Come si guida un camper? E dove parcheggiare il camper. Se...

Provato per te:

Sunlight T58: il CamperVan “rassicurante”

Quindici giorni a bordo del SunLinght T58, per le...

Across car: l’evoluzione del VAN

Across Car  il CamperVan con dimensioni di un VAN...

Ti può interessare anche:CORRELATI
Consigliati per te