Melania: la sognatrice

Cosa succede quando due viaggiatori si incontrano? Melania Romanelli è il nuovo appuntamento della rubrica “l’angolo rosa”. 

Ci sono persone con cui il feeling si manifesta da subito: sono sufficienti, un saluto, un sorriso e si instaura quella chimica che ha il suo carburante non nella presenza fisica, nella quotidianità, ma in quel legame di appartenere ad una comune stirpe. Quella del viaggiatore. Era settembre dello scorso anno quando ad un workshop in Cilento, conosco Melania Romanelli. “Ciao mi chiamo Cristiano e vivo in camper, tu?”…”Ciao io sono Melania e sono una scrittrice viaggiatrice“. Da quel momento ci facemmo una promessa: raccontarci vicendevolmente. Oggi è arrivato il momento di presentarvi Melania, l’ospite della rubrica “l’angolo donna” e di scoprire il suo mondo.

Chi è Melania?

Melania è un’eterna bambina sognatrice. Una persona che ha fatto della sua maturità di donna un inno alle possibilità: quando eravamo piccoli eravamo sognatori, figli del regno del possibile, e poi crescendo ci siamo dimenticati di tutte le promesse fatte a noi stessi. Melania è una persona resiliente che affronta le difficoltà, perché non abbiamo altra scelta. La vita è una e vale la pena di viverla ogni momento. Oggi è una blogger, una scrittrice e una life coach. Qualche anno fa non avrebbe mai scommesso sul fatto di poter trasformare la sua passione, la scrittura, in una professione. Ma ce l’ha fatta!

Da piccola sognavi di diventare la donna che sei?

Da piccola mi vedevo sempre “su un palcoscenico”. Volevo diventare una cantante, un’attrice, o una ballerina. Oggi quel palcoscenico lo sogno ancora, ma stavolta come speaker di seminari. Sto lavorando con delle ragazze che soffrono di disturbi alimentari (il mio progetto si chiama BED LIONS: come guarire dal Binge Eating Disorder) e con loro sto organizzando dei seminari in Italia per convogliare tutte le persone che vivono il Binge Eating Disorder in un appuntamento di empowerment, di rinascita personale e di profondo lavoro su se stesse. Cambiare stile di vita per cambiare abitudini ed essere felici!

Raccontaci tre passioni di Melania

La scrittura: attraverso la scrittura riesco a mettere in fila le mie idee, a rinascere da momenti bui e a comunicare con le persone. I viaggi: voglio afferrare e mordere il mondo e le diverse culture, e per me la vita senza movimento equivale a morte. Lavorare la luce: da qualche anno ho intrapreso un percorso di rinascita spirituale che io chiamo “lavorare la luce”. Dentro di noi c’è una luce più o meno sepolta da strati di risentimento, recriminazione e paura. Attraverso un lavoro interiore, sto cercando di tirare fuori questa luce eliminando proprio l’idea di un passato poco indulgente. Il lavoro prosegue giorno per giorno, è duro e nasce dai nostri piccoli e grandi traumi, ma è quanto di più bello mi sia capitato nella vita!

Come e quando hai deciso di intraprendere la strada del Travel Blogger?

Naturalmente, seguendo le mie passioni: i viaggi e la scrittura. Anche se ora sono concentrata sui miei studi sui disturbi alimentari, il mio primo amore resta scrivere di viaggi. Ricordo ancora il mio viaggio ad Ibiza, nel quale ho tenuto un diario che mi ha “letteralmente” salvata da quella strana isola. Ad Ibiza ho capito che il mio destino era raccontare: i respiri dei luoghi, le anime delle persone. E da allora non ho più smesso… anche se muoio dentro quando penso a tutti i posti che non ho ancora visto (e che la mia penna non ha ancora toccato!).

Un pregio di Melania?

Il mio pregio di cui vado fiera è la resilienza: da piccola ho sempre imparato a rialzarmi dopo ogni caduta, senza fare troppe storie o mettere il muso. Me l’ha insegnata mia madre, che non mi ha mai compatita o “viziata” e che mi ha sempre spinta a lavorare sulla mia forza interiore. Questa parola mi accompagna da sempre: l’ho anche tatuata sulla pelle per non dimenticarla mai!

Ti ricordi ancora il primo bacio?

Certo che me lo ricordo: ero al centro della pista e c’era la canzone di Nada “Amore disperato”. Mi sembrò una colonna sonora perfetta per la mia trasformazione da bambina a donna!

 E la tua prima vacanza?

Ricordo le vacanze al mare con i miei nonni a Silvi Marina, vicino Pescara. Io vengo da un piccolo paesino di collina al centro dell’Abruzzo, e per me andare al mare era come raggiungere in paradiso. Fin da allora, il mare per me rappresentava la vastità del mondo da conquistare… e mi emozionavo ogni volta che sentivo quel profumo particolare dai finestrini dell’auto…

Il ricordo più bello e più brutto di una vacanza

Il mio ricordo più bello è quando ho avuto la mia prima mestruazione. Ero spaventata a morte, ma ricordo perfettamente quella giornata. Ero al mare con i nonni e i miei genitori, e ricordo di essere corsa a casa spaventatissima. Cosa mi stava accadendo? Poi mia mamma mi ha spiegato cosa fosse e io mi sono sentita fiera di me stessa, quasi una sopravvissuta! Il mio ricordo più brutto è quando sono scivolata dal molo di Pescara con mia madre, mentre un signore ci ha salvate in extremis dall’affogare. Ora che ci penso… in ogni mio ricordo c’è il mare. Sarà per questo che la mia base è alle Canarie?

Cosa ami maggiormente del tuo lavoro e cosa detesti?

Amo la libertà di scrivere sotto ispirazione, e anche di poterlo fare da dovunque voglio, perfino sotto l’ombrellone, con i miei tempi e nei miei modi. Non mi piace delle volte lavorare sotto commissione, specie quando si tratta di lavori che hanno poca anima, perché ci metto il doppio del tempo! E non mi piace essere stressata dalla consegna.

Come hai organizzato la tua quarantena e che cosa ti è mancato di più?

Sono arrivata a casa, alle Canarie, qualche ora prima del lockdown, in una casa semivuota senza acqua corrente… un azzardo! Però alla fine è stata la scelta più corretta, dato che le isole sono più protette rispetto alla penisola spagnola. Mi manca la mia famiglia e i miei amici in Italia (e qualcuno anche all’estero), e anche la possibilità di decidere di andarli a trovare. E mi manca, infine, passeggiare: alcuni giorni camminavo per ore!

Come vedi le prossime vacanze post Covid?

Prima cosa: Italia. Sono originaria di un Paese che è il più bello del mondo, e non me ne dimentico mai. Poi mi piacerebbe ritirami per un mese in un Ashram in India, e subito dopo tornare negli USA, la mia patria adottiva.

Il luogo più bello che consiglieresti alla tua migliore amica

Praga. Mi ha colpito la sua aura fiabesca. Ha una passione magica e silenziosa. E poi consiglierei la Cappadocia e le sue mongolfiere, anche se non ci sono ancora stata! Next stop? 😀

Ma dove possiamo leggere i pensieri, i viaggi e le avventure di Melania? Ecco i suoi canali 

🌸 Melania

Sito web ufficiale: https://melaniaromanelli.com/

Newsletter: https://melaniaromanelli.com/contattami/

Facebook: https://www.facebook.com/melaniaromanelli.cltv/

Instagram: https://www.instagram.com/melaromanelli.cltv/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCCRtnQt59-6cSWS12OMh0eQ

Pinterest: https://www.pinterest.it/melaniaromanelli/bed-lions-come-guarire-dal-binge-eating-disorder/

Contattami su WhatsApp: https://wa.me/393204861494

🌸 BED LIONS: come guarire dal Binge Eating Disorder

Il percorso per guarire: https://guariredalbingeeating.com

Il libro: https://amzn.to/2ORaqCn

Facebook: https://www.facebook.com/bedlionsguariredalbed/

Gruppo Privato: https://www.facebook.com/groups/bingeeatingdisorderitalia/

Instagram: https://www.instagram.com/bedlions

Pinterest: https://www.pinterest.it/melaniaromanelli/bed-lions-come-guarire-dal-binge-eating-disorder/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCCRtnQt59-6cSWS12OMh0eQ

Risorse Gratuite: https://melaniaromanelli.com/category/binge-eating-disorder/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *