Le prossime vacanze saranno…

Il Turismo Lento, sarà la chiave di lettura per le prossime vacanze?

Scrivere di vacanze, quando non sappiamo neppure se e in quale modo ci potremmo muovere, quando il nostro Bel Paese negli ultimi due mesi ha pagato un prezzo di vite di oltre 25.000 morti, quando molte attività commerciali e settori tra cui il turismo, sono state messe in ginocchio, non è certo una cosa semplice. Altresì, non è neppure difficile individuare che tre saranno i fattori che influenzeranno la vacanza nei prossimi mesi: il denaro, il tempo e la limitata disponibilità territoriale. I primi due saranno pochi,  in considerazione che molti di noi hanno utilizzato permessi di ferie per affrontare la quarantena o hanno fermato il proprio lavoro, mentre con tutta probabilità la destinazione dovrà essere non oltre i confini italiani. Se siamo tutti d’accordo, che questi tre fattori condizioneranno le prossime vacanze, possiamo azzardare ad un ritorno a quelle che erano le vacanze anni 70/80. Quelle vacanze delle gite fuori porta, quelle che si facevano in riviera, in montagna o al lago a un’ora di casa e poi…poi c’è lui il virus, che spaventa e che temi possa essere su ogni cosa o in ogni ambiente. E allora? Allora forse il turismo lento, quello fatto di camper, caravan, carrelli tenda o tenda può diventare una valida alternativa, perché questi mezzi di vacanza, sposano le mete e destinazioni a corto e medio raggio. Perché non devi vincolarti a luoghi, a tempistiche e neppure a prenotazioni.  Un’idea, il camper, la caravan, la tenda a cui forse, non ci avevi mai pensato e che ora diventa una possibile alternativa perché, la Tua casa su ruote ti rende indipendente, persino da bagno dell’Autogrill. A questo punto le alternative che si aprono, sono su più fronti, perché la Libertà del campeggio, della vacanza open air, si manifesta non solo nel decidere dove, quando e come partire, ma anche nella spesa da affrontare: da un minimo di 120 euro di una tenda canadese di Bertoni, sino a un maxi motorhome Niesmann+Bischoff, da oltre 200.000 euro. In mezzo a questa forbice economica c’è tutto il mondo delle furgonati, dei camper mansardati, delle caravan, dei carrelli a tenda, delle tende sul tetto dell’auto e non ultimo del noleggio di un camper. Il Virus ci ha portato via tanto, troppo ad ognuno di noi. Non lasciamo portarci via anche quel briciolo di vacanza e di tempo libero che potremmo avere con la nostra famiglia, nei prossimi mesi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *