Perchè ho scelto la batteria al Litio Ferro Fosfato

Che siate camperisti o fulltimer, l’autonomia energetica è fondamentale. Ho scelto la batteria al Litio di NDS e vi racconto perchè. Seguitemi

Sono trascorsi sei mesi da quando ho deciso di installare una batteria al Litio sulla mia casa su ruote. Insomma Caronte, il mio ex Mc Louis 262 da 82 cv di potenza, con cui ho percorso più di 400.000 km in 4 anni, non aveva  l’alternatore abbastanza potente per caricare in modo veloce e al massimo della prestazione la batteria al 3Lion. Oggi Blu, il Mc Louis McVan 1 con 130 cv di potenza, che ho acquistato usato lo scorso novembre, è stato attrezzato proprio della batteria Litio Ferro Fosfato (LiFePO4) di NDS energy. La prima domanda che mi sono posto è se fosse sicura una batteria al Litio. Pensavo al rischio esplosione o incendio della batteria, poi mi sono documentato proprio Litio Ferro Fosfato è la chiave di sicurezza: questa combinazione è più forte delle tradizionali batterie al Litio. Entriamo nello specifico con questo video che ho realizzato dopo aver installato al batteria presso la Concessionaria Centro Caravan Costantini di Roma.

Ma perchè ho scelto questa batteria?

Innanzi tutto, io non sono uno stanziale, ovvero ogni due o tre giorni mi muovo con il veicolo, quindi necessitavo di un prodotto che fosse veloce a ricaricarsi e che supportasse i carichi gravosi in modo più efficace (ad esempio un asciugacapelli). In questo l’abbinamento 3LION con il BMS interno alla batteria e al sistema 3Link (unità di controllo) sono perfetti. In sei  mesi, non sono riuscito a scendere sotto il 43% autonomia e considerate che per 3 gg ho usato il raffrescatore Adamfresh giorno e notte, ho collegato PC, cellulari e usato le utenze.  In montagna con la Truma combi a livello 5 di giorno e 3 di notte, dopo tre giorni di uso (giorno e notte) l’autonomia non è scesa sono il 50%. Aggiungo che ho abbinato un pannello (già esistente da 100w) che fa un lavoro molto marginale. Stabilita questa esigenza di mobilità, avevo la necessità di ridurre peso e spazio (il mio sistema pesa circa 14 kg – Batteria 100 Ah modello 3L100B – contro una batteria AGM che pesa circa 30 kg). Per avere la stessa autonomia avrei dovuto probabilmente raddoppiare la potenza delle batterie (2 batterie da 100 Ah AGM) e almeno due pannelli da 100 w. Tradotto economicamente significa ho raccolto diversi preventivi: il più economico di 700 euro compreso installazione, quello più caro 1400 euro. A tutto dovevo prevedere almeno due giorni di fermo del camper, viaggiare sul tetto con 2 pannelli e due batterie in camper. Mal contati erano 60-70 kg in più. Fatte queste premesse, la scelta è stata voluta proprio sulla batteria NDS 3L100B, ma non mi sono fermato qui. Volevo che la batteria dialogasse con il sistema di ricarica in modo esclusivo per non affaticare l’impianto elettrico. Con NDS e 3Link ho avuto la risposta: tutti i positivi dell’impianto del veicolo, batteria motore, batteria (litioferrofosfato) e tutte le utenze, vengono collegate al 3Link che funge da unità di controllo. Incluso nel kit è stato montato il display di controllo che mi permette di visualizzare i parametri della batteria: carica, scarica, livello di carica, orario e data e tensione della batteria motore. Inoltre per come è realizzata la batteria, sul lungo periodo non si degrada come una batteria normale (AGM, gel o acido libero): significa ad esempio che una batteria piombo acido ovvero, AGM/gel/acido libero, appena acquistata eroga 100% della sua potenza. Con il passate del tempo e i cicli di carica, l’energia disponibile diminuisce sino ad arriva a fine vita. Questa situazione su una batteria al Litio si verifica solo un lunghissimo periodo ed è impercettibile all’utente finale. La prossima sfida per Blu? Un inverter di maggiore potenza e adeguato alla mia batteria batteria Litio Ferro Fosfato (LiFePO4) di NDS

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *