Lo Yoga “quello demenziale” con il Camper

lo YOGA “quello DEMENZIALE” NEL BOSCO DI ALCATRAZ in Umbria, fuori dalla porta del CAMPER

Di Libera Università di Alcatraz ve ne ho parlato già QUI, ma dei tanti appuntamenti che si possono vivere, vi ho rimandato al calendario eventi. Proprio dal calendario, vi segnalo dal 10 al 17 agosto un corso di Yoga demenziale”: una disciplina ideata da Jacopo Fo in oltre trent’anni di studi ed esperimenti, che vuole essere un modo divertente e “off record” ovvero non convenzionale per affrontare gli incomodi e le paure della vita. 

Saranno quindi sette giorni in cui il bosco della Libera Università di Alcatraz a Gubbio, assumerà un altro ritmo. Quello del respiro profondo, del movimento consapevole, della connessione tra corpo e mente, soprattutto quella non razionale che troppo spesso lasciamo inesplorata.

Ma che cos’è lo Yoga demenziale? Si tratta di un mix di laicismo, rigore della sperimentazione, training autogeno, discipline marziali e arte in chiave comica e divertente. L?obiettivo è quello di riaccendere la mente non razionale, quella legata alla fiducia nell’istinto, e alla creatività; riscoprire il potere del pensiero intuitivo (sapevate che è sufficiente stare di fronte a una persona triste  e la nostra forza muscolare diminuisce?); favorire l’ascolto del proprio corpo e il sogno lucido. D’altra parte il Sig. Biro fu proprio in sogno che inventò la penna a sfera: vedendo un pallone rotolare in una pozzanghera e lasciare una striscia bagnata sull’asfalto.

Durante il corso si sperimenteranno tecniche buffe e bizzarre come fingere di sentire un getto di acqua fredda nel braccio e scoprire che il braccio non si piega neppure con la forza oppure tecniche che aiutano a vivere più a lungo grazie al potere della risata. Perché accedere alle potenzialità della mente è facile, solo per chi sa come si fa.  Cinque sarrano le sessioni di Yoga demenziale in programma, tutte presentate da Jacopo Fo sabato 10 agosto alle ore 21. Oltre alle lezioni è prevista una serie di attività ludiche come la giocoleria, le danze balcaniche, la storia dei tarocchi proposta da Gabriella, i giochi di teatro portati in scena da Mario Pirovano (attore della compagnia teatrale Fo Rame) e Piera Conti. Non mancheranno, infine, momenti dedicati alla ricerca dell’armonia con la natura. Quella più immediata delle passeggiate nel bosco con Antonella Zanotti (educatrice ambientale) e quella più profonda recuperata con l’incontro col cavallo, uno vero stargate per connetterci, con l’aiuto di Lucio Manna (guida equestre e ambientale), anche con le nostre potenzialità dimenticate. Per i più piccoli ci sono mille occasioni per entrare a contatto con la natura in quanto Libera Università di Alcatraz ha più di 20 km di sentieri nel bosco, una piscina, un parco giochi e le tende sospese nel bosco. Gli animali sono i benvenuti e per tutti c’è un ristorante a Km 0. Il programma completo e i prezzi su alcatraz.it 

dav

E con il camper dove si sosta? Ci sono 10 piazzole, tutte all’ombra, attrezzate con energia elettrica e carico/scarico delle acque ad un costo di 8 euro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *