Mondo camper Il camper in inverno: 5 consigli da mettere in...

Il camper in inverno: 5 consigli da mettere in agenda

-

Sono 5 piccoli consigli per evitare di restare bloccati, al freddo o senz’acqua durante una vacanza invernale in camper.

L’uso del camper nel periodo invernale o comunque quando le temperature scendo sotto i 5 gradi, necessita di alcuni accorgimenti. Vi suggerisco 5 punti per affrontare il freddo con il camper nel modo migliore.

1) Il riscaldamento: se il vostro riscaldamento funziona alimentato con il gas è bene non far ghiacciare il gas, perciò mai coprire la testa della bombola del gas, mai chiudere le feritoie del vano bombole e ovviamente mai scaldare la bombola con un accendino o con altri sistemi di riscaldamento. Detto ciò per non far ghiacciare la bombola o per lo meno aiutarla, possiamo rivestire il corpo centrale (e non la testa) della bombola con del materiale coibentante, quello con cui sono realizzati gli oscuranti termici. Ah e non dimenticate di riempire le bombole di propano!

2) Il serbatoio delle acque: il riscaldamento va tenuto acceso sempre (anche la minimo) se siete in temperature sotto i 5 gradi anche di giorno. Questo eviterà di farvi ghiacciare l’acqua nei tubi e cosa importante di non scaricare le acque pulite del serbatoio. Quest’ultimo comportamento si verifica in automatico sono i 5 gradi, perchè il boiler possiede una valvola (di colore verde o azzurro) con un sensore che sotto i 5 gradi, scarica in automatico il serbatoio dell’acqua.  Discorso differente per il serbatoio di scarico che è esterno al veicolo e quindi il contenuto o la sua valvola di scarico si ghiacciano facilmente. VI suggerisco di utilizzare i prodotti specifici, nel caso li abbiate terminati, provvisoriamente versate acqua e sale nello scarico, avendo poi cura, una volta tornati a temperature più miti, di lavare bene lo scarico del lavello e il serbatoio con acqua corrente.

3) Lasciamo il freddo fuori dal camper: la cabina di guida è il luogo di più freddo del camper. L’aria fredda passa e penetra in cabina, dalle bacchette di areazione e dai pedali. Vi suggerisco di coprire integralmente il cruscotto sia nella parte alta, sia in quella bassa, con una coperta o sacco a pelo.  La stessa accortezza vi suggerisco di farla alla porta della cellula in modo da creare un copertura interna grande come la porta del camper: banalmente un rotolo di moquette che copra la porta del camper e lo fissate con un bioadesivo o un velkro in alto.

4) Le batterie: con il freddo tendono a scaricarsi più velocemente. Vi suggerisco di tenerle sotto controllo durante al vostra vacanza, di utilizzare bene la riserva di energia, soprattutto perché il riscaldamento con ventilazione forzata consuma energia elettrica. Inoltre per non sapere né leggere né scrivere, portatevi un ben paio di cavi da batteria. Se rimanete a terra, almeno avete il modo di ripartire.

5) Il carburante: a -11 gradi il gasolio di separa dalla paraffina e quindi congela. Il risultato è che il camper non va più in moto. Il consiglio è di tenervi sempre un paio di additivi invernali in camper da aggiungere al pieno di gasolio, oppure di servirvi da distributori dove erogano il gasolio invernale.

 

 

Libri di Cristiano Fabris

Scrivere per me è come parlare con tutti voi senza disturbare.
Scopri e acquista la mia raccolta cliccando il pulsante sottostante.

Cristiano
Mi chiamo Cristiano! In questo blog troverai suggerimenti per i tuoi viaggi, aree di sosta e campeggi, la nuova frontiera del glamping, luoghi da vivere da solo, con gli amici o con la tua famiglia e angoli nascosti del nostro Bel Paese.

1 commento

  1. Per temperature sotto i -11° ci vuole il gasolio “artico” (distribuito solo in montagna) o un additivo. Non è la stessa cosa del gasolio “invernale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri articoli:

Comportamenti a rischio o vietati con il camper

Cosa non fare con il camper: comportamenti a rischio o vietati Siete pronti per partire con il camper per le...

Sette giorni in Sicilia

Sette giorni in Sicilia con la caravan, o con il camper o la tenda. Seguitemi Invasa più volte da diversi...

In camper, caravan o tenda ad agosto: 20 soste amico di Cristiano.

20 soste camping, con prezzi che partono da 10 euro sino a 50 euro al giorno per gli #amicidicristiano Chi...

Camping il Treccolo: la Val d’Orcia fuori dalla veranda

Un campeggio ideale per visitare la Val d'Orcia, Crete Senesi e alla sera un bagno in piscina! Si chiama Camping...
- Advertisement -

Area Camper La Baia (Fano-PU): in riva al mare

Se siete di quelli che basta il mare davanti agli occhi, una colonnina elettrica, quella dell’acqua e un bagno con...

Mons Gibel Camping, davanti all’Etna

Una sosta camping davanti all'Etna, aperta tutto l'anno e con tutti i servizi per la sosta. Seguitemi Si chiama Mons...

Provato per te:

Sunlight T58: il CamperVan “rassicurante”

Quindici giorni a bordo del SunLinght T58, per le...

Across car: l’evoluzione del VAN

Across Car  il CamperVan con dimensioni di un VAN...

Ti può interessare anche:CORRELATI
Consigliati per te