Tre campeggi vintage in montagna

Tre campeggi dal sapore vintage. In mezzo alla natura, poco cemento, tanto legno e quella voglia di campeggio “di una volta”. Seguitemi in camper, caravan, carrello a tenda o tenda

La prima volta che sono stato in campeggio avevo 10 mesi. Si esatto nato nell’agosto del 1972, a giugno del 1973 con la tenda a casetta Bertone di colore blu, approdavo a bordo della Renault 6 al Camping Conda d’Oro di Misano. Sono passati 46 anni da allora e il campeggio è cambiato sia come struttura sia come servizi. Sono cambiati i campeggiatori e le loro esigenze. Tuttavia se siete ancora come me vecchio stile, se pensate che il campeggio debba stile anni 70, quando c’era l’orario del silenzio da rispettare, l’animazione si fermava alle 23, le piazzole erano ampie, la natura ti entrava in veranda e non il gas di scarico del tuo vicino, i servizi igienici erano puliti due volte al giorno e se avevi bisogno di un aiuto c’era una persona e non un “numero verde” da chiamare.

Ecco se siete anche voi ancora di questa idea di campeggio old-style, seguitemi nelle prossime righe. Vi racconto tre campeggi old style, dove sentirsi come a casa.

Camping Pineta Clusone

Siamo in provincia di Bergamo in Val Seriana e si tratta di un campeggio dove trovate anche piazzole per stanziali. Il Camping Pineta Clusone, si trova immerso in una pineta e in una zona separata del camping, c’è l’area camper e all’ingresso trovate l’area comune dove organizzare cene e serate con amici. Il gusto e il sapore di “famiglia” di un campeggio di altri tempi lo si vede in ogni angolo e nei rapporti umani.

Non avevo una presa per il camper e il personale si è dato da fare come se fossi uno di famiglia. Al mattino ai servizi sembra di fare un tuffo nel bagno della nonna: le piastrelle vintage che hanno conservato tutta l’originalità del tempo profumano di detersivo e sono perfettamente pulite. Il campeggio è aperto tutto l’anno ed è una buona base di partenza per camminate, ciaspolate oppure una sciata.

Camping Yoghi e Bubu

Già il nome mi fa sorridere: Yoghi e Bubu. Siamo a San Giacomo di Roburent (CN) e il camping sorge a 1000 mt di altitudine in una posizione strategica perché comodo per praticare gli sport oppure visitare le dimore di casa Savoia, il santuario di Vicoforte con la cupola ellittica più grande d’Europa, godersi una città storica come Cuneo e Mondovì.

Il camping dispone di circa 100 piazzole. La dotazione dei servizi è completa: servizi igienici accessibili anche dai disabili, servizio bombole propano, camper service, giochi per bambini, lavatrice, servizio navetta a chiamata, piscina nella stagione estiva e animali ammessi gratuitamente.  Aperto tutto l’anno il camping ed è in grado di accogliere non soltanto campeggiatori con la caravan, il camper e la tenda, ma anche chi vuole la comodità di uno chalet tutto realizzato in legno o di una mobilhome.

Camping Val Chiusella

Aperto dal 1 aprile al 30 ottobre, il Camping Val Chiusella prende nome dall’omonima valle che dista 50 km da Torino.  Siamo nell’eporediese ovvero in territorio che circonda Ivrea, terra che ha dato origine, non lo all’informatica con l’Olivetti, ma alle dimore di campagna di Casa Savoia.

Il campeggio è ideale per famiglie ed amanti natura. Si pratica pesca e passeggiate, sci invernale e nel periodo estivo calcetto e nuoto in piscina. Tutto viene avvolto dalla convivialità e dalla sensazione di essere a casa che ti trasmettono i proprietari. Ci sono 60 piazzole tutte attrezzate, l’area comune dove pranzare tutti insieme, la zona per grigliare e tutti i servizi per la sosta organizzata. Un luogo ideale per chi ha la tenda perchè molte piazzole sono all’ombra.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *