Angoli nascosti d'Italia Agropoli, porta di accesso al Cilento

Agropoli, porta di accesso al Cilento

-

Agropoli è la porta di accesso al parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni , che vanta una cultura e una storia millenaria. Seguitemi

Patrimonio mondiale dell’Unesco e bandiera blu per la qualità delle sue acque, Agropoli è una delle tappe che vi consiglio in Cilento. Agropoli Aru in dialetto cilentano, è una cittadina che affonda le proprie radici in epoca antichissima: deriva il proprio nome dalla posizione geografica di Città Alta, su un promontorio a picco sul mare. Potrebbe essere l’antica acropoli di Paestum, come testimonia la presenza di un tempio dedicato a Poseidone. In età romana sul litorale dell’attuale San Marco si sviluppò poi un borgo Marittimo chiamato Hercula, utile Approdo per servire la città vicina di Paestum che aveva problemi di insabbiamento del porto. Nel sesto secolo i Bizantini fortificarono questo sito dandogli il nome di Acropolis. Dopo secoli di alternanza tra dominazione Bizantina Saracena, il feudo di Agropoli passa ai San Felice, nobile famiglia napoletana e solo poi nel corso dell’ottocento, venuta meno l’incubo delle invasioni, Agropoli inizia l’espansione. Oggi Agropoli conserva intatto il suo centro antico con le sue stradine, le piazzette negli antichi Portali e gran parte del circuito delle mura difensive. Vi si accede a piedi percorrendo la caratteristica salita degli Scaloni la tipica scala leggera “ad un passo in mezzo con un gradino basso e largo”. Molto ben progettato il famoso portale del 600, di ingresso sul quale si nota lo stemma degli ultimi fondatori degli ultimi feudatari di Agropoli. Ciò che però rappresenta la città,  il suo vero simbolo è il castello angioino-aragonese che si erge Maestoso sul promontorio incastrandosi con il punto più alto del borgo antico mentre la sua base triangolare si estende verso l’area collinare. Attualmente è sede di importanti eventi culturali ed è visitabile tutto l’anno. Se poi volete godervi il tramonto e cenare il pieno stile “Cilento”vi suggerisco

Per dormire con l’auto, il camper, la moto, la tenda con il camper: QUI trovate hotel, b&b, aree camping e molte soluzioni provate da me

 

Articolo precedenteCandelara e le sue candele
Articolo successivoIl Presepe in Camper
Cristiano
Mi chiamo Cristiano! In questo blog troverai suggerimenti per i tuoi viaggi, aree di sosta e campeggi, la nuova frontiera del glamping, luoghi da vivere da solo, con gli amici o con la tua famiglia e angoli nascosti del nostro Bel Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri articoli:

Thetford diventa più Social, con la propria pagina Facebook

Thetford Italia inaugura la propria pagina Facebook e lancia il suo primo evento online per il 25 aprile Dal 25...

Dove possiamo andare con il camper, dopo il 26 aprile 2021

Cosa possiamo fare e dove possiamo andare con il camper o la caravan dopo il 26 aprile?  E' stato approvato...

Perchè una vacanza con la roulotte?

Dieci motivi per amare la caravan in vacanza Esiste la casa, l'albergo, il villaggio vacanza, il bungalow e poi Lei,...

Polydrop P17A: la caravan per l’auto elettrica

Si chiama Polydrop P17A è una roulotte creata per viaggiare agganciata ai veicoli elettrici. Scopriamone i dettagli. La linea rischiama...
- Advertisement -

Grotte di Castelcivita e Velia: angoli nascosti del Cilento

Due angoli nascosti del Cilento: Grotte di Castelcivita e Velia (SA) Del Cilento ve ho già parlato QUI, ma quello...

Marina di Camerota in camper, caravan o tenda.

Marina di Camerota, una delle perle del Cilento. Seguitemi Tra le perle del Cilento c'è verso la fine, al confine...

Provato per te:

Sunlight T58: il CamperVan “rassicurante”

Quindici giorni a bordo del SunLinght T58, per le...

Across car: l’evoluzione del VAN

Across Car  il CamperVan con dimensioni di un VAN...

Ti può interessare anche:CORRELATI
Consigliati per te