Europa Park: il parco tematico leader della Germania

Inizia in nuovo appuntamento con l’Europa e i Parchi di divertimento, insieme a Chiara e Fabio, gli Allemandich. Ogni settimana ne troverete uno nuovo.

Ciao, noi siamo Chiara e Fabio, in arte gli Allemandich, e siamo travel bloggers camperisti. Amiamo esplorare mete italiane ed europee, possibilmente di nicchia e poco conosciute, e raccontarle in modo sincero e spontaneo. Siccome siamo un po’ bambini nell’animo ci divertiamo anche a scoprire nuovi parchi di divertimento, e piano piano ci stiamo facendo una piccola cultura in merito. Ecco perché oggi vogliamo portarti con noi a scoprire uno dei principali parchi europei, purtroppo (o per fortuna?) poco conosciuto: Europa Park.

Il Parco

Europa Park si trova a Rust, un paesino tedesco a poca distanza dal confine con la Francia. É gestito a livello familiare dai Mack, giostrai da generazioni che via via si sono specializzati e hanno ingrandito il Parco, pur rimanendo assolutamente amichevoli e alla mano: non è raro infatti incontrare
uno dei membri della famiglia in giro, pronto a salutare i visitatori e a scattare foto ricordo. Ma entriamo nel dettaglio del Parco: Europa Park è secondo in Europa per numero di visitatori solo a Disneyland Paris, e annualmente vince premi su premi, si ingrandisce e propone nuove attrazioni. Cosa che, non per essere polemici, non accade col colosso francese. Il resort si estende su una superficie di 710 000 metri quadrati (di cui 335 000 occupati dal solo Parco) ed al suo interno si trovano più di 100 attrazioni. Cosa particolare è la suddivisione dello spazio in 15 grandi aree tematiche dedicate alle varie nazioni europee, dalla Germania all’Italia, dall’Irlanda alla Norvegia. E vedessi come sono tematizzate bene…!

Le attrazioni

Le attrazioni sono, come già detto, numerosissime, e molte di esse sono proprio a misura di bambini. Anzi, ben 2 land sono interamente dedicate a loro. Fiore all’occhiello di Europa Park gli adrenalinici coaster: se sei in cerca di emozioni forti non puoi non fare un giro su Wodan, ottovolante in legno ispirato alla mitologia nordica; su Blue Fire, l’unico lanciato e con inversioni, fluido come l’olio; e infine su Silver Star, con una discesa di ben 70 metri…non devi proprio soffrire di vertigini!
Più tranquillo ma assolutamente imperdibile e di richiamo il coaster curato da Luc Besson e dedicato alla sua trilogia cinematografica “Arthur e il popolo dei Minimei”, mentre l’ultimo in ordine cronologico è il Can Can Coaster, rifacimento del vecchio EuroSat in chiave francese. Di questo potrai sperimentare anche una versione particolare che prevede l’uso di un visore VR per immergerti nel mondo virtuale di Valerian.
Divertentissime le attrazioni acquatiche, ma fai attenzione: ne uscirai completamente fradicio. Meraviglioso Voletarium, forse la nostra attrazione preferita fra tutte. Si tratta di un flying theatre, ovvero di un teatro dotato di gondole che possono muoversi sui 6 assi dando l’idea di volare realmente e sorvolare alcuni dei più suggestivi paesaggi europei.
E chi non ama salire sulle giostre cosa può fare? A parte il fatto che il Parco in sè, per come è tematizzato, é comunque godibile, sappi che potrai gustarti spettacoli molto belli (ma un filo kitsch) per un totale di ben 8 ore.

Mangiare e bere

Fiore all’occhiello di Europa Park anche il lato gastronomico. Ci sono tantissimi ristoranti che servono deliziosi piatti tipici dei vari Paesi europei: troverai cucina greca, irlandese (non manca neppure un ottimo pub che serve la Guinness), francese, italiana, svizzera, norvegese… C’è davvero di che leccarsi i baffi, te lo assicuriamo. Non solo panini quindi, che dopo un po’ stufano, ma cibo gourmet a prezzi davvero accessibili. Considera in media circa 15 euro a testa.
Poi ci sono i ristoranti degli hotel, e se consideri che si tratta di hotel 4 stelle o superiori…beh, ovviamente i prezzi aumentano. Potrai addirittura sperimentare la cucina di un ristorante premiato con 2 stelle Michelin, l’Ammolite: una coccola sicuramente di valore ma costosa.
E come bevande? Ricordati che siamo pur sempre in Germania, quindi troverai birra con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Le festività al Parco

Europa Park cambia veste durante le festività. Ad Halloween ad esempio si riempie di zucche e decorazioni macabre, e parte del Parco diventa accessibile solo con un biglietto acquistabile a parte che dà diritto all’ingresso in walk through davvero speciali e molto, molto horror.
Ma è senz’altro a Natale che Europa Park dà il meglio di sè. Si riempie di talmente tante lucine ed alberi di Natale da competere con Rovaniemi, viene montata per l’occasione la ruota panoramica mobile più alta d’Europa e viene costruita da zero una vera e propria baita in legno in cui gustare un’ottima fonduta. E poi piste da motoslitta, pattinaggio su ghiaccio, slittini…Davvero incantevole. Solitamente nella stagione invernale le giostre acquatiche vengono chiuse e il biglietto d’ingresso costa un po’ meno, ma quest’anno è stato tenuto tutto aperto. Il Parco poi ospita vari eventi durante l’anno: mercatini di Natale, l’Oktoberfest, l’elezione di Miss Germania…

Il campeggio

DCIM100MEDIADJI_0014.JPG

E veniamo alla nota fondamentale per un camperista: dove dormire col proprio mezzo ad Europa Park? Nulla di più semplice, perchè a poche centinaia di metri dall’ingresso del Parco c’è il Camp Resort  . 200 posti per camper in un contesto altamente tematizzato che ricorda un villaggio western, con tanto di ristorante, tavola calda e take away, lago balneabile e bagni con docce calde in cui ascolterai “Oh, Susanna!”. Chi non ha un mezzo
proprio può affittare un bungalow, un teepee o addirittura il carro di una diligenza. Tutto riscaldato ovviamente! E pensa che troverai persino un centro ornitologico per la protezione di vari uccelli, con cicogne che vivono qui in pianta stabile.

I prezzi

Eccoci infine al tema più spinoso: i costi.
Un biglietto di ingresso ad Europa Park per un giorno viene 55€ ad adulto per la stagione estiva (dal 6 aprile fino al 3 novembre 2019, apertura tutti i giorni dalle ore 9 almeno fino alle 18, con eventuale orario prolungato in alta stagione), mentre bambini al di sotto dei 3 anni e disabili totali entrano gratis. Il biglietto ridotto viene invece 44,50€, e gli over 65 riceveranno una fetta di torta gigante e gratis. Costi ed orari della stagione invernale sono in via di definizione, ma si sa già che il periodo coinvolto sarà dal dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio 2020, con apertura tutti i giorni dalle ore 11 almeno fino alle 19 (24 e 25 dicembre chiuso). Come ti abbiamo detto però i biglietti per la stagione invernale costano meno rispetto a quelli della stagione estiva. L’abbonamento annuale viene invece 210€, ma con l’ aggiunta di altri 22€ avrai compresa anche l’opzione parcheggio. Sostare col tuo camper infatti costa 10€ di giorno e 25€ di sera, ma con l’opzione parcheggio pagherai 25€ per l’intera giornata. E inoltre l’abbonamento ti dà diritto ad un ingresso giornaliero gratuito in vari altri parchi europei, come ad esempio Efteling  e Phantasialand

Europa Park: conclusioni

Per la tua visita al Parco ti consigliamo di prevedere almeno due giorni, che probabilmente presto dovranno essere prolungati perchè il prossimo inverno sarà aperto Rulantica, il nuovo parco acquatico al coperto del Resort. Noi non vediamo l’ora di provarlo, perchè dal progetto sembra meraviglioso e anche lui, ovviamente, interamente tematizzato.
Allora, ti abbiamo convinto a dare una chance ad Europa Park? Speriamo di sì, e intanto ti lasciamo il sito web ufficiale ( https://www.europapark.de/it) da consultare per ulteriori informazioni. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *