Mondo camper Il kamasutra in Camper

Il kamasutra in Camper

-

Avete messo a letto i bambini? Siete sicuri di non avere avuto una giornata pesante? Allora, potete dedicare qualche minuto per leggere un breve “kamasutra in camper”. Dieci posizioni da condividere in camper, individuando quelle che sono ideali per il “mansardato”, per chi ha i sedili anteriori girevoli o il tavolo dinette a parete o ancora il letto posteriore centrale. Ovviamente leggete le prossime righe, con il sorriso che merita l’argomento.

Iniziamo da una evergreen adatta a qualsiasi camper: la Missionaria. Considerata una “classica”, ma adatta a tutte le occasioni, si può svolgere in ogni zona notte di qualsiasi camper. La donna è sdraiata con la schiena sul letto e con le gambe divaricate, mentre l’uomo è posizionato sopra.

Le prossime due posizioni (l’Amazzone e la Pecorina) per ovvie ragioni di postura sono adatte solo a chi possiede letti alla francese o letti centrali, posteriori con garage sottostante e altezza variabile.

La posizione dell’Amazzone si configura con l’uomo sdraiato di schiena e la donna siede a cavalcioni di fronte oppure di spalle. Questa posizione piace molto alle donne che desiderano avere un ruolo attivo nel rapporto. Infatti possono variare il ritmo, la profondità e l’angolo di penetrazione e raggiungere l’orgasmo con relativa facilità. L’ultima posizione per questi letti è “la pecorina”. Conosciuta e apprezzata, in questo caso la donna si mette a carponi sul letto e l’uomo le sta dietro controllando la penetrazione. Pur essendo indicata per la penetrazione vaginale, l’uomo si può aiutare con le mani per regalare alla donna anche una stimolazione clitoridea

Ora passiamo, a chi non possiede un letto fisso nel camper e quindi utilizza la dinette con tavolo ancorato a parete.
La prima è la posizione “la Mensola“, dove la donna deve distendersi di schiena sul tavolo e alzare le gambe in alto. L’uomo deve mettersi di fronte a lei in piedi, con le gambe leggermente piegate. La donna ha le braccia libere, mentre l’uomo prendendo i fianchi garantisce una presa più sicura e controllo della posizione. La seconda posizione viene definita “Bandoleer” in cui la donna è stesa sulla schiena con le gambe sollevate e le ginocchia unite contro il petto. L’uomo si inginocchia e la penetra. In questa posizione, il punto G viene stimolato in maniera più intensa.

Lassù in mansarda…spesso la mansarda è il letto riservato non ai piccoli, ma alla coppia. L’altezza ridotta e l’assenza di un pavimento comodo intorno al letto, non sono dei limiti, anzi possono essere ottimi motivi per prediligere le prossime posizioni.
“la Millefoglie” ad esempio, oltre ad essere un buonissimo dolce, è una posizione dove la donna si distende sull’uomo, divarica le gambe per facilitare la penetrazione e subito dopo le richiude in modo che i due corpi siano perfettamente sovrapposti. Comincia poi a stimolare il partner strofinando il proprio corpo contro quello del compagno lateralmente e in senso orizzontale. È una posizione molto intima che consente il massimo contatto fisico e accontenta le donne minute che di solito preferiscono stare sopra. “alla francese”, o come alcuni la definiscono “il cucchiaio”, è l’altra soluzione per la mansarda, dove l’uomo e la donna sono distesi sui fianchi. Le natiche di lei aderiscono al bacino di lui che la penetra delicatamente e la ricopre di baci e carezze. Questa posizione, particolarmente rilassante, è adatta anche alle donne incinte che non vogliono rinunciare al piacere del sesso nei primi cinque mesi di gravidanza. L’ultima posizione è “il 69” che insieme a “la Missionaria”, sono forse le più conosciute posizioni. Si tratta di sesso orale, quindi non di sesso in senso stretto, ma merita decisamente di essere menzionata. Spesso viene usata come preliminare, ma è ottima anche se fatta come unica posizione di un rapporto.

Infine con la diffusione delle dinette avanzate e lo sfruttamento della cabina con i sedili girevoli, anche questa zona del camper può essere ottima per due. La “sedia dell’amore”, ove lui è seduto sul sedile mentre lei, adagiata sulle sue gambe, si muove ritmicamente sollevandosi e risiedendosi. In questa posizione lui può stimolare il clitoride mentre lei si accarezza i seni. L’altra posizione viene chiamata “Lap Dance” in cui l’uomo seduto sul sedile fa salire la donna su di sé, guardandosi in volto. Questa posizioni permette di avere una buona intimità con la partner e ti permette di baciarla (o di baciarle il seno).

Ora non avete più scuse per dire “ho mal di testa” oppure “ho il capo che mi stressa”, sapete come e dove farlo anche in camper.

Credits: http://www.alfemminile.com/

Libri di Cristiano Fabris

Scrivere per me è come parlare con tutti voi senza disturbare.
Scopri e acquista la mia raccolta cliccando il pulsante sottostante.

Articolo precedenteNatale nel Salento
Articolo successivoAl cospetto di un Nobile
Cristiano
Mi chiamo Cristiano! In questo blog troverai suggerimenti per i tuoi viaggi, aree di sosta e campeggi, la nuova frontiera del glamping, luoghi da vivere da solo, con gli amici o con la tua famiglia e angoli nascosti del nostro Bel Paese.

Altri articoli:

Glamping: il lusso entra in campeggio

Il Glamour entra in Campeggio. Ecco 5 luoghi in Italia dove vivere il Glamping con il camper o la...

Cinque vacanze esperienziali e esclusive in Toscana

Si parla molto di vacanze esperienziali, ma quante sanno essere anche esclusive? Ecco 5 luoghi per una vacanza esperienziale...

Yoga e campeggio: tre luoghi dove praticarlo

Tre Strutture dove lo Yoga sposta il camper, la caravan o la tenda: Vallestura Outdoor, Pestum e Camping Ca'...

Weekend fuori porta nel biellese: OASI di Zegna e Parco Avventura di Veglio

Oasi di Zegna ubicata nel biellese, è una meta ideale per un weekend fuori porta con tutta la famiglia....
- Advertisement -

3 Soste camper in Hotel

Può l'hotel ospitare anche il camper? Tre Hotel che hanno deciso di aprire i cancelli del proprio parcheggio al...

5 mete weekend fuori porta in camper

5 luoghi adatti a tutta la famiglia, per la classica gita fuori porta in camper Un weekend, bastano due giorni...

Provato per te:

Sunlight T58: il CamperVan “rassicurante”

Quindici giorni a bordo del SunLinght T58, per le...

Across car: l’evoluzione del VAN

Across Car  il CamperVan con dimensioni di un VAN...

Ti può interessare anche:CORRELATI
Consigliati per te